Come si manifesta

I sintomi principali sono rappresentati da una marcata riduzione della acutezza visiva, ma spesso compare anche una marcata intolleranza alla luce forte, una riduzione della capacità di vedere al buio (cecità notturna) e, in alcuni casi, un’alterazione della percezione dei colori, specie le tinte più scure. Questi sintomi tendono a crescere di intensità con la progressione della patologia, ma questa non è necessariamente la regola.

Generalmente l’esordio della patologia è piuttosto precoce. La maggior parte dei casi si presenta con i primi sintomi tra la prima e la seconda decade di vita, ovvero tra i 10 e i 20 anni di età. Restano comunque numerosi i casi di pazienti che manifestano i segni della malattia in età più avanzata (30 anni).

Questa malattia colpisce i fotorecettori presenti nella macula, regione centrale della Retina. La macula è la porzione della Retina deputata alla visione dettagliata, responsabile cioè della massima acuità visiva. Trattandosi di una patologia degenerativa, progressivamente comporta una riduzione sempre più marcata della Visione Centrale. Non interessando però il resto del tessuto retinico, anche nelle fasi più avanzate la malattia lascia generalmente una Visione Periferica sufficiente al normale svolgimento di molte delle normali attività della vita quotidiana.